Conosciamo la tecnologia, ergo, abbiamo i superpoteri.

CodicePlastico è un grande piccolo team
di software engineer

Nel nostro team c’è spazio solo per chi ha una passione sfrenata per la tecnologia e per la perfezione. Siamo 7 sviluppatori, ci piace molto lavorare in squadra, ma diamo il massimo anche da soli, immersi nella nostra musica preferita.

Crediamo fortemente nella condivisione delle informazioni e la nostra giornata tipo inizia sempre con uno standup meeting di gruppo. La formazione è un altro elemento fondamentale della vita aziendale: dedichiamo molto tempo a capire, conoscere e provare nuove tecnologie per migliorare il modo in cui scriviamo software.

Alessandro @amelchiori

Alessandro Melchiorri

Artigiano del software, marito, padre, ex-sportivo e curioso lettore. Mi piaceva fin da piccolo smontare e rimontare le cose, per capire come funzionassero. Ora questa passione è diventata il mio lavoro: dai Lego allo sviluppo software il passo è stato breve. Ogni giorno studio le soluzioni per far funzionare al meglio un sistema complesso, oliandone tutti gli ingraggi. C#, WCF, ESB, MongoDb e Azure fanno parte del mio kit di sopravvivenza e mi aiutano a destreggiarmi tra i sistemi distribuiti e le soluzioni enterprise. Tra un comando e un evento, partecipo attivamente alla vita delle community che mi hanno adottato in questi anni, come Ugidotnet e WEBdeBS.

Tap to start transformation!

Emanuele @emadb

Emanuele Del Bono

Sono un architetto e sviluppatore con decennale esperienza nella realizzazione di applicazioni Web. Sempre curioso e interessato a imparare nuove tecnologie e nuovi linguaggi, negli ultimi anni mi dedico allo sviluppo frontend, districandomi tra le idiosincrasie di Javascript e le personalità dei browser. C#, Ruby, Javascript, Test Driven Development, Pattern e Clean Code sono i linguaggi che parlo ogni giorno. Amo condividere quello che imparo, partecipando attivamente come speaker a numerosi eventi delle community di sviluppatori. Non vivendo di sola tecnologia, mi diletto come velista d’acqua dolce sul Lago di Garda e come padre modello.

Valeria @vleonardi

Valeria Leonardi

Mamma geek, appassionata di musica e clarinettista da più di dieci anni. Divisa tra il lavoro e i miei due figli, ho iniziato scrivendo codice in C#, alternando, fino ad oggi, progetti in WPF, Asp.NET MVC e Silverlight. Dopo una breve esperienza di sviluppo in Python, mi sono appassionata alle applicazioni mobile su Android. Se durante il giorno confeziono insieme al team progetti su misura per i clienti, una volta a casa "rimpiazzo" il computer con la macchina da cucire, per dedicarmi all’hobby di taglio e cucito.

Paolo @paololaurenti

Paolo Laurenti

Sono uno sviluppatore software con numerose esperienze alle spalle. La mia passione per l’informatica credo sia nata la prima volta che vidi mio fratello maggiore giocare con il suo “Commodore 16”. Ero piccolo e non capivo nulla di “mettere e togliere cassette”, “load”, “return”, ecc… ma ne rimasi molto affascinato e sicuramente mi influenzò quando, qualche anno dopo, decisi che la mia strada sarebbe stata l’informatica. Attualmente creo soluzioni per lo più backend, mi interessano molto le problematiche di distribuzione e scalabilità del software. Lavoro da molti anni in C#, ma ultimamente mi sono appassionato a NodeJs e soprattutto a Erlang/Elixir. Ritengo che il confronto aperto e la condivisione della conoscenza siano il modo migliore per imparare dagli altri e crescere assieme perciò credo moltissimo nella partecipazione alle community. Infatti da qualche anno coordino le attività di XPug Bologna e partecipo all’organizzazione di alcune conferenze italiane. Per me non esiste solamente il mondo del software ma sono un grande appassionato di basket (a 360⁰), buon cibo (se volete farmi felice, portatemi in un buon ristorante) e camminate in montagna.

Luciano

Luciano Cauzzi

Sono un giovane appassionato di tecnologia e innovazione, ingegnere atipico, sono motivato a imparare e a fare crescere le mie competenze in campo informatico. Negli ultimi tre anni sono stato coinvolto nello sviluppo di applicazioni mobili per le piattaforme Android e iOS. Ho scelto questo settore perché mi dà la possibilità di entrare nelle tasche degli utenti, capire le loro esigenze e vedere come la tecnologia può migliorare la vita di tutti i giorni quando viene utilizzata coscienziosamente. Penso che il confronto sia una parte fondamentale di “vita squadra”, al fine di trovare soluzioni per affrontare i problemi e trovare soluzioni innovative. Nella vita di tutti i giorni sono un po matto … mi piace scherzare, correre lungo Mincio e fare esperimenti in cucina.

Maddalena

Maddalena Germinario

Quando mi chiedevano cosa avrei voluto fare da grande, rispondevo sempre l’ingegnere. La passione per le nuove tecnologie ha poi discriminato la strada da percorrere. Con sacrifici e perseveranza il sogno è diventato realtà e svolgo il lavoro di sviluppatore software da poco più di tre anni. Sono convinta che il meglio debba ancora venire ed è con lo spirito di migliorare sempre e la volontà di imparare cose nuove che affronto le sfide quotidiane del mio lavoro con l’aiuto indispensabile del team. Spento il computer, dedico il mio tempo alle mie grandi passioni: Totti e la AS Roma, lo shopping (sono una vera e propria fashion addicted) e i viaggi.

Pietro

Pietro Martinelli

Lavoro come ingegnere del software da una dozzina d’anni. Sono cresciuto professionalmente nel mondo Java e JEE ma ho sempre cercato di mantenere vivi la mia curiosità ed il mio desiderio di imparare ogni giorno qualcosa di nuovo: ho dunque accolto con molto entusiasmo l’occasione di rimettere in gioco le mie competenze architetturali e metodologiche in un diverso contesto tecnologico, forte della convinzione che la vera lingua comune consiste nell’amore per il “fare le cose bene” e per la condivisione continua di informazioni ed esperienze. Da oltre dieci anni collaboro come esercitatore con l’Università di Brescia, scoprendo e riscoprendo che insegnare è il modo migliore di imparare. Sono un appassionato ciclista (rigorosamente su strada) ed un lettore seriale (dalla Divina Commedia a testi tecnici, dai romanzi all’elenco del telefono), ma la grande passione della mia vita sono “le mie donne”: mia moglie e le nostre splendide bimbe.

Chiara

Chiara Ghiselli

    La mia formazione è decisamente di impronta classica ma, messi da parte il dizionario di greco e i testi di pedagogia, un po’ il caso e un po’ le scelte mi hanno fatto approdare e familiarizzare con il mondo della segreteria e dell’amministrazione. La mia parola d’ordine è “ordine”, mi piace trovare il posto giusto a ogni cosa e sono appassionata di organizzazione e sistemazione, tanto alla scrivania quanto tra le mura di casa. Nel tempo libero amo leggere e mi diverto a cucinare dolci per le mie due bambine e per mio marito.